Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Workshop di pittura con la sabbia

Sabato 14 settembre il MAS ospita l’artista senegalese Alioune Badara Ndiaye che terrà un workshop di pittura con la sabbia dedicato ad adulti e ragazzi.

La pittura con la sabbia è una tecnica pittorica tradizionale del Senegal e il corso ha come obiettivo quello di farla conoscere e sperimentare. Le sabbie di diversi colori che si utilizzeranno sono naturali e provengono dal Senegal. L’insegnante dará a ciascun partecipante una tavoletta, una matita, un pennello, le diverse ciotole delle sabbie e una ciotola con la colla da condividere con gli altri partecipanti. Dopo una prima spiegazione introduttiva, accompagnata da una dimostrazione pratica, l’insegnante lascerá a ciascuno il tempo per marcare a matita il disegno che si vuole realizzare (scelta libera). Meglio cominciare scegliendo qualcosa di non troppo complesso. Una volta che questo è fatto, si comincerà con la tecnica vera e propria. Una delle difficoltà di questa tecnica consiste nello stendere la colla in modo omogeneo e in fretta, uno degli aspetti più affascinanti è quello della creazione delle sfumature e una delle cose più belle è il contatto diretto con le sabbie. L’insegnante accompagnerà passo dopo passo ogni fase del lavoro e al bisogno seguirà individualmente i partecipanti.

Luogo: Museo d’Arte e Scienza
Quando: sabato 14 settembre
Orario: 14.30-16.30
Costo del workshop: 25€ materiali inclusi

E’ necessaria la prenotazione allo 02-72022488 oppure a info@museoartescienza.com

Alioune Badara Ndiaye nasce a Fatik in Senegal nel 1984. Dal 1992 al 2005 lavora nell’atelier dello zio a Dakar realizzando quadri dipinti con la sabbia destinati a un mercato nazionale e internazionale. Nel 2006 apre il suo atelier a HLM 1 Dakar, nello stesso periodo, insieme ad altri artisti, apre un atelier di pittura con la sabbia a Sicap Mbau, DK. Nel 2007 trasferisce l’atelier a Toubab Dialaw. A Toubab Dialaw apre anche uno spazio espositivo dando vita a laboratori di pittura con la sabbia per i bambini di strada. Nel 2011 di ritorno a Dakar apre un atelier a Liberté 6 e collabora con il centro di accoglienza per i bambini di strada del quartiere di H Grand Medine a Dakar, organizzando corsi di pittura con la sabbia per i bambini del centro. Nel 2012 partecipa alla biennale di Dakar “DAK’ART 2012”, nell’esposizione off allo spazio Complex Ker Meissa del Liberté 6 e al centro culturale Derklé esponendo quadri realizzati con pittura acrilica e a olio. Nel 2014 partecipa alla biennale di Dakar “DAK’ART 2014”, nell’esposizione off al centro culturale Derklé esponendo quadri realizzati con pittura acrilica e a olio. Dal 2015 al 2017 tiene corsi di pittura con la sabbia nella scuola americana SD International School a Dakar. Nel 2018 fa espone i suoi quadri realizzati con pittura a olio e acrilici presso il Centro Internazionale di Quartiere – Cascina Casottello, Milano. Titolo della mostra “Umanità”.

Viola Vento (Milano, 1985) attrice, regista, antropologa. Studia scienze antropologiche presso l’università Alma Mater di Bologna (2005-2012). Puppeteer del Bread and Puppet Theater, U.S.A e Italia (2004-2006). Studia con Cèsar Brie, Gonzalo Callejas, Alice Guimaraes e Lucas Achirico presso il Teatro de los Andes, Bolivia (2007-2009). Attrice in La Odisea, regia di Cesar Brie, tournée in America Latina, Europa e Oceania (2009-2011). Attrice in Moqochinchi, spettacolo per bambini, tratto da Kashtanka di Anton Cechov, regia di Daniel Aguirre, Bolivia e Italia (2010-2015). Regista di “Deriva” testo di Claudia Eid, produzione Martadero, Cochabamba (2012). È Lady Anna in Shakespeare de Charcas, adattamento di Riccardo III di William Shakespeare, regia di Percy Jimenez  Partecipa ai seminari di Robert Castle, fondatore del IT New York, Parigi e Vienna (2013-2015). È regista e animatrice a vista del pupazzo in L’Arca di Noemi (menzione speciale al Premio Silvano d’Orba) presentato al festival Bravi Burattinai d’Italia a Sorrivoli (2014). È in scena in Pane, regia di Eleonora Marino coproduzione Em Theatre e CRT a Milano (2015). Partecipa ai seminari di Michael Margotta come attrice e traduttrice (2015-2019). Attrice in Kaydara, dall’adattamento dell’omonimo racconto iniziatico fulbe trascritto da Amadou Hampate Ba, adattamento del testo Viola Vento e Rufin Zeyenouin Doh, regia di Rufin Doh Zeyenouin, presentato al Festival Contamifro, CRT, Milano (2016) e al festival LUDI , Orel, Russia (2017). Collabora come attrice con il teatro Pane e Mate (installazione giungno 2018) Attualmente lavora con la compagnia di teatro per ragazzi Montessori Brandao e la Compagnia delle Rondini.

Potrebbero interessarti:

Percorso Multiculturale

Culture diverse e diversa spiritualità: una, quella buddhista, incentrata sulla raffigurazione di un uomo, rigidamente contenuta in un canone ben definito, e l’altra, africana, ispirata e….

Detective dell’arte Scuola Primaria – Arte e Scienza a misura di bambino

Toccare, annusare, osservare con lenti d’ingrandimento e microscopi, utilizzando i nostri sensi, la capacità di osservazione e la sensibilità critica alla scoperta dei trucchi….

AFRICAN HEADRESTS – Mostra d’arte africana a cura di B. Albertino, A. Alberghina e P. Novaresio

Un felice ritorno al Museo d’Arte e Scienza. Dopo la bellissima mostra “Mama Africa” del 2017 tornano a farci visita i coniugi Bruno Albertino….