Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Pagine d’Asia

Dalla pluriennale collaborazione con il Centro di Cultura Italia Asia nasce un nuovo ciclo di 8 incontri dal titolo Pagine d’Asia.
Ne presenteremo due al mese da febbraio ad aprile alle 18.15 secondo il seguente calendario:

12 febbraio – Cakra: potere e trasformazione di Marilia Albanese. I cakra costituiscono uno dei costrutti simbolici più affascinanti e complessi del mondo dello yoga. Visualizzati come fiori di loto, si schiudono quando vengono attraversati dalla divina energia latente che lo yogin risveglia in sé con ardue tecniche. Tappe di un esaltante cammino ascensionale, i cakra attivati espandono i poteri della coscienza, conducendo colui che è fermo nella disciplina all’incontro e all’unione con la Divinità suprema. Le immagini che accompagnano l’esposizione si ispirano a un testo tradizionale indiano, prefiggendosi di introdurre alla ricchissima simbologia racchiusa in queste “ruote di potere”.

22 febbraio – Lo yoga oggi: tradizione e innovazione di . Lo yoga gode oggi di un’indiscussa popolarità, testimoniata dal larghissimo numero di praticanti in tutto il mondo, dalla moltitudine di scuole e insegnanti e dalla ubiqua pervasività di temi e immagini yogici nell’immaginario contemporaneo. La trasversale e stratificata presenza dello yoga nel nostro orizzonte socio-culturale non lo rende, tuttavia, meno sfuggente, misterioso e a tratti indecifrabile: noto a tutti, ma sconosciuto ai più. Pratica laica, disciplina spirituale o eredità della plurimillenaria tradizione religiosa hindu? Indirizzo medico-terapeutico o sistema ginnico-aerobico con positive ricadute sulla dimensione psicofisica individuale? Attraverso un percorso scandito dall’illustrazione delle complesse dinamiche che hanno accompagnato l’arrivo dello yoga in Occidente, dalla ricostruzione della storia della contemporanea ricezione e percezione dello yoga e dalla presentazione delle figure di maestri che hanno maggiormente contribuito ad assegnare allo yoga le caratteristiche e lo status attuali, ci si inoltrerà nel proteiforme, versatile, eterogeneo, magmatico e a tratti paradossale universo dello yoga contemporaneo, cercando di comprendere e valutare se e in quale misura possa rappresentare l’ultima e più recente fase di sviluppo di un prodotto della cultura filosofica e spirituale indiana.


12 marzo – Maschere Himalayane di Renzo Freschi. Il colloquio prende spunto dalla recente pubblicazione di un volume su un’importante collezione privata di maschere primitive provenienti dai Paesi dell’arco himalayano. L’autore illustrerà con la proiezione di immagini tradizione, soggetti e provenienza di queste maschere.

26 marzo – Viaggio all’Eden, da Milano a Kathmandu di Emanuele Giordana, l’autore ne discute col geografo Guido Corradi. Il racconto, tra memoria e fascinazione orientale, del mitico viaggio in Asia che migliaia di giovani europei compivano negli anni Settanta aprendo la strada al turismo di massa sulle rotte indiane. Il libro e l’autore raccontano l’atmosfera di allora durante la partenza a Milano e le varie tappe di quella che per molti assomigliò a una via crucis, per altri a un viaggio alla scoperta di un continente allora praticamente sconosciuto. Ma, ritornandoci quarant’anni dopo da giornalista,Giordana  riflette anche su come è cambiata l’Asia e su quel nuovo tipo di turismo che, oltre al fascino, cercava in Asia le risposte a una società in crisi – tra ribellione e voglia di evasione – che Marcuse aveva definito “a una dimensione”. Un libro di viaggio ma anche vagamente celebrativo dell’epopea del Sessantotto.

9 aprile – L’Impero Ottomano contro i suoi sudditi cristiani. Il caso dei greci del Ponto, sterminati in Anatolia: un genocidio anche culturale di Maria Tatsos, giornalista, autrice del romanzo storico La ragazza del Mar Nero (Paoline)

03 maggio – Chikankari: dall’India un’antica tradizione di ricamo di Paola Manfredi. Il ricamo Chikankari è tra le tradizioni più raffinate delle arti tessili dell’India, divenuto simbolo della sofisticata cultura  che fiori tra la metà del ‘700 e la metà dell”800 alla corte di Awadh. Questo tipo di ricamo ha radici antiche ma a Lucknow si sviluppò con uno stile originale che si è mantenuto con caratteristiche estetiche inconfondibili  fino ai nostri giorni. (Attenzione alla data! La professoressa Manfredi ha posticipato la sua conferenza dal 26 aprile al 3 maggio)


18 maggio – Il Togishi: La Pietra e la Spada di 
Dopo un’introduzione all’argomento e una breve presentazione della spada d’acciaio al carbonio Quadri passerà alle considerazioni sull’utilizzo del ferro meteorico da parte degli Antichi Maestri. Attenta valutazione della possibilità ed eventuale vantaggio del restauro. Accorgersi e capire le firme false. Immagini esplicative con posture, pietre, percorsi di finitura e loro storia.


24 maggio – La pulizia rituale del Kris di Sandro Forgiarini
Si tratta di una pulizia sia fisica che spirituale del kris effettuata con una particolare cerimonia a cadenza annuale. Ogni lama ha una reazione diversa e la sua pulitura richiede una particolare abilità ed esperienza, sia in termini di tempo che di qualità e, innanzi tutto, nell’uso della soluzione (Warangan) a base di arsenico utilizzata per questo scopo. E’ proprio il warangan a caratterizzare il rinvenimento del disegno del pamor e quindi dare risalto e personalità al kris. Senza questo passaggio la lama sarebbe monocromatica con impossibilità di classificare i vari tipi di pamor ed attribuire al kris i suoi peculiari poteri.
Ingresso € 5, studenti € 3 – info e prenotazione 02.72022488 oppure info@museoartescienza.com

Potrebbero interessarti:

Percorso Multiculturale

Culture diverse e diversa spiritualità: una, quella buddhista, incentrata sulla raffigurazione di un uomo, rigidamente contenuta in un canone ben definito, e l’altra, africana, ispirata e….

Detective dell’arte Scuola Primaria – Arte e Scienza a misura di bambino

Toccare, annusare, osservare con lenti d’ingrandimento e microscopi, utilizzando i nostri sensi, la capacità di osservazione e la sensibilità critica alla scoperta dei trucchi….

AFRICAN HEADRESTS – Mostra d’arte africana a cura di B. Albertino, A. Alberghina e P. Novaresio

Un felice ritorno al Museo d’Arte e Scienza. Dopo la bellissima mostra “Mama Africa” del 2017 tornano a farci visita i coniugi Bruno Albertino….