Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

LUCI E TRASPARENZE DELL’ANIMA – mostra di Nicol Ferrari

Arriva a Milano l’arte di Nicol Ferrari con una importante mostra personale al Museo d’Arte e Scienza. Le opere esposte, dal 16 Ottobre 2021, giorno dell’inaugurazione, raccontano il percorso che l’artista ha compiuto negli anni, evidenziando una costante crescita qualitativa, oggi premiata da un esposizione museale di elevato spessore espressivo. Lo studio della luce e gli straordinari giochi di velature mettono in risalto la profonda conoscenza tecnica della pittura unita ad una sensibilità d’animo unica e particolarmente caratterizzante di uno stile che le è proprio sin dalle prime opere. Il percorso espositivo al Museo è stato progettato proprio per evidenziare le peculiarità espressive di Nicol Ferrari che presto potrebbe evolversi in una importante esperienza internazionale, come merita .. Le autorevoli sale del Museo d’Arte e Scienza, nel cuore del centro di Milano, accolgono per la prima volta anche lo sviluppo scultoreo della poetica creativa dell’artista, in tale contesto è evidenziato senza alcun dubbio la coerente e raffinata ricerca e sperimentazione che caratterizza tutte le importanti tappe della sua storia. L’inaugurazione della mostra prevede la presenza dell’artista, l’intervento del Direttore del Museo dott. Peter Matthaes e del critico Alberto Moioli.

Biografia dell’artista:
Nicol Ferrari nasce a Varese da una famiglia di artisti . La sua più profonda e autentica formazione si svolge nella bottega del nonno, scultore e doratore. Qui nasce una vocazione privilegiata per le arti figurative che Nicol esprime con la pittura. L’artista si muove tra l’astratto e il figurativo con rara agilità, dimostrando sin dal principio una straordinaria propensione creativa. “Ama particolarmente il ritratto, – rivela l’artista – che esemplifica in una visione proiettiva molto amatoriale, mai classica e frutto di un complesso connubio tra tecnica e istinto.” La sua pittura astratta è affidata ad una tecnica raffinata che amplifica la sensazione di tridimensionale grazie al sapiente uso della luce e delle velature, elementi caratterizzanti del suo inconfondibile stile.
La mostra, a cura di Alberto Moioli, è aperta dal 16 al 23 ottobre 2021
Inaugurazione sabato 16 ottobre ore 17
Orari: Lunedì, Mercoledì e venerdì dalle 10.00 alle 18.00, Martedì e Giovedì dalle 14.00 alle 18. Sabato su appuntamento. Domenica Chiuso
Ingresso libero

Potrebbero interessarti:

Percorso Multiculturale

Culture diverse e diversa spiritualità: una, quella buddhista, incentrata sulla raffigurazione di un uomo, rigidamente contenuta in un canone ben definito, e l’altra, africana, ispirata e….

Detective dell’arte Scuola Primaria – Arte e Scienza a misura di bambino

Toccare, annusare, osservare con lenti d’ingrandimento e microscopi, utilizzando i nostri sensi, la capacità di osservazione e la sensibilità critica alla scoperta dei trucchi….

AFRICAN HEADRESTS – Mostra d’arte africana a cura di B. Albertino, A. Alberghina e P. Novaresio

Un felice ritorno al Museo d’Arte e Scienza. Dopo la bellissima mostra “Mama Africa” del 2017 tornano a farci visita i coniugi Bruno Albertino….