Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Le ballerine di Degas – Corso di disegno

Le ballerine di Degas – Corso di disegno
Le celebri “ballerine” dipinte da Degas saranno il filo conduttore di questo corso che affronterà la figura umana attraverso l’ausilio di una modella ballerina professionista.
Il corso si compone:
– Introduzione teorica e pratica alla copia dal vero per mezzo della tecnica della misurazione a vista
– Proiezioni di immagini di opere di Degas con spunti e riflessioni
– Copia della modella, ballerina professionista, che poserà ispirandosi ad un’opera di Degas

«Mi chiamano il pittore delle ballerine», disse una volta Edgar Degas al gallerista Ambroise Vollard. «Non capiscono che per me la ballerina é un pretesto per rappresentare il movimento»
Degas è un pittore e scultore francese. Pur essendo molto vicino al gruppo dei pittori impressionisti, egli stesso amava definirsi un artista indipendente. Attento e acuto osservatore della realtà che lo circonda, dipinge opere ispirate alla vita moderna: scene di caffè-concerto, corse di cavalli, interni domestici che hanno la vivacità di una fotografia istantanea. Il suo interesse per la figura umana, lo porta a distinguersi nel genere del ritratto; nell’ultimo periodo della sua vita raffigura esclusivamente figure femminili nell’atto di svolgere le loro attività quotidiane. Stiratrici al lavoro, donne alla toeletta, ballerine alla sbarra, signore che provano abiti e cappelli nei negozi alla moda.
Amava il corpo umano come un’armonia materiale, come una bella architettura con in più il movimento.   (Charles Baudelaire)
dancer-fastening-her-pump-by-edgar-degas-art-gallery-oil-painting-reproductionsL’amore per il corpo umano, per il movimento che esso produce, porta Degas ad elaborare e sperimentare anche la tecnica fotografica della quale conserva nelle sue pitture le inquadrature che sembrano catturare momenti intimi dei soggetti ritratti. Nei dipinti e nei pastelli che raffigurano le donne e le ballerine, i colori si fanno sempre più accesi e le forme sembrano sfaldarsi.
Quando: Sabato 24 Marzo – 28 Aprile – 12 Maggio – 26 Maggio dalle 10 alle 14
Quota di iscrizione: 240 euro + 10 euro di tessera ass. 2018
Modalità di iscrizione: Segreteria del Museo tel.02 72022488 – info@museoartescienza.com
Corso a numero chiuso. Partirà solo al raggiungimento del numero minimo

Potrebbero interessarti:

Percorso Multiculturale

Culture diverse e diversa spiritualità: una, quella buddhista, incentrata sulla raffigurazione di un uomo, rigidamente contenuta in un canone ben definito, e l’altra, africana, ispirata e….

Detective dell’arte Scuola Primaria – Arte e Scienza a misura di bambino

Toccare, annusare, osservare con lenti d’ingrandimento e microscopi, utilizzando i nostri sensi, la capacità di osservazione e la sensibilità critica alla scoperta dei trucchi….

AFRICAN HEADRESTS – Mostra d’arte africana a cura di B. Albertino, A. Alberghina e P. Novaresio

Un felice ritorno al Museo d’Arte e Scienza. Dopo la bellissima mostra “Mama Africa” del 2017 tornano a farci visita i coniugi Bruno Albertino….