22 Marzo, dalle 17 alle 18, mostra “Cristalli: Arte, Sogno, Natura, Energia, Magia e Fantasia”.

performance cristalli 1Venerdì 22 marzo 2013 dalle 17 alle 18 INAUGURAZIONE della performance

“Cristalli: arte, sogno, natura, energia, magia e fantasia” 

 

Un’idea nata per essere interpretata da diversi linguaggi artistici.
Per questa creazione infatti hanno collaborato la pittrice Emma Maria Pia Carosi, lo scultore Francesco Dal Bosco e la designer Barbara Massimino.
Le coreografie presentate da Barbara Canal ed Ornella Pegoraro in questa prestigiosa occasione e con la partecipazione delle danzatrici Barbara Canal, Valentina Dal Mas, Valentina Mantese, Eleonora Pasin, saranno ispirate dal tema “Infinitamente grande, infinitamente piccolo”.
In stretta collaborazione con gli altri artisti ed in particolar modo con Barbara Massimino, creatrice di gioielli originali ed unici, verranno sviluppati temi quali: le inclusioni materiali ed immateriali riguardanti le pietre ma anche l’animo umano, le perfette geometrie dei cristalli e gli equilibri della psiche, le trasparenze come simbolo di purezza e gli universi paralleli che non hanno possibilità di incontro.

E’ previsto l’aperitivo in compagnia degli artisti.
L’opera sarà gentilmente ospitata dal museo fino al 28 marzo 2013.

 

Note biografiche:

Barbara Massimino. Nata a Milano, fin da piccola ha amato farsi catturare dalla natura, apprezzandola come artista unica e prodigiosa. Questo stretto contatto continua a stimolare le sue creazioni, sperimentando tecniche diverse in campo orafo e di antiche tradizioni manuali, frequentando contesti che hanno mantenuto una storia di tali radici .
Affascinata da sempre dai cristalli,  dai quali trae ispirazione ed energia  per il suo design, colleziona anche minerali e alcuni li usa come unici nei suoi gioielli. “Un’idea nata dalla mia passione non poteva non essere interpretata da diversi linguaggi artistici, ma ancor piu’, insieme, in un ‘esplosione di emozioni da donare a tutti coloro che saranno presenti.” Quando la poesia guarda il cristallo.

Marco Castoldi nasce a Monza il 16 ottobre 1962 ultimo di cinque fratelli cresce in una famiglia dove l’arte fotografica si respira a pieni polmoni e la verve letteraria paterna lascia nel sensibile e giovanissimo Marco veri e propri semi creativi.  Premi, riconoscimenti e collaborazioni artistiche segnano il percorso di questo artista dal contesto complesso, abbraccia infatti più espressioni artistiche dalla fotografia alla musica come strumentista fino alla videoripresa e alla relativa post produzione, egli ama tuttavia la sostanza più che l’apparire e questo lo porta ad agire spesso dietro le linee con altri artisti come nell’occasione di questa mostra dove il Castoldi altro non fa che prestare arte e mestiere alla designer orafa Barbara Massimino.

Emma Maria Pia Carosi. Amante da sempre del disegno e della pittura dal 1994 frequenta l’atelier di una pittrice di Bergamo, Claudia Pressato, dove ha appreso e approfondito le basi del disegno,le tecniche pittoriche e decorative. Dal 2011 frequenta i corsi dell’Accademia Carrara a Bergamo. Dal 2010 presso la Gamec (Galleria d’arte moderna e contemporanea di Bergamo)  segue i corsi di aggiornamento  inerenti la conduzione di workshop per bambini e ragazzi e annualmente i percorsi formativi di arte moderna e contemporanea.

Francesco Dal Bosco. Vive e lavora a Vicenza. Fin da giovane ha sentito la passione per il mondo dell’arte e dell’oreficeria. Allievo del noto gemmologo Ottaviano Violati Tescari, ha frequentato corsi di gemmologia e di oreficeria  presso la scuola d’Arte e Mestieri di Vicenza e presso l’I.G.I. di Milano. Ha iniziato in seguito la sua attivita’ di designer, modellista e artigiano orafo che lo ha portato a realizzare creazioni innovative. La consapevolezza della propria capacità creativa lo ha spinto in seguito a trascurare la classica lavorazione dell’oro a beneficio della pittura e della scultura.