Lezioni di cifrematica: l’arte e la cultura del secondo Rinascimento

Dal 25 febbraio al 31 marzo, ogni giovedì si svolgerà al MAS un ciclo di lezioni di cifrematica organizzato da il Club di Milano e La Tavola Italiana.

Si tratta di un corso di sei lezioni che svolgono l’analisi dei dispositivi scientifici, artistici e culturali con cui si compie, nell’atelier, nella bottega, nella scuola, nell’azienda, il viaggio dell’artista, del ricercatore, dell’imprenditore verso la cifra, verso la qualità della vita.

«La cifrematica è la scienza della parola – afferma Fabiola Giancotti, ricercatrice e curatrice, insieme a Mariella Borraccino, di questi incontri – è come le cose che si fanno divengono qualità. La cultura, l’arte, la scienza non sono né scontate né facili, né gestibili né prevedibili. Sono contro la normalizzazione e esposte alla novità, all’imprevedibile, all’unicum. Questo processo di qualificazione si chiama oggi secondo Rinascimento».

Le lezioni, curate da Mariella Borraccino, editor, direttrice di ricerca, cifrematico, e da Fabiola Giancotti, ricercatrice, scrittrice, film maker, si terranno tutti i giovedì dal 25 febbraio al 31 marzo 2016, alle ore 18.30, e saranno caratterizzate dall’intervento di imprenditori, poeti, artisti e scrittori. Durante il corso verranno forniti testi e strumenti, glossario e dizionario, ricerche e materiale multimediale.

Alla fine verrà rilasciato un attestato di frequenza.

La serata inaugurale è fissata per giovedì 18 febbraio 2016, alle ore 19, e ha per titolo “Il secondo rinascimento e l’Italia”: un breve viaggio fra l’arte, la cultura e le belle produzioni enogastronomiche dell’Italia. Dalla tradizione all’avvenire. Con Fabiola Giancotti, Stefano Goracci e Peter Matthaes, direttore del MAS.

Serata su INVITO

Durante l’evento sarà proiettato in anteprima il film di Fabiola Giancotti, “Convivium italiano. Viaggio in Italia 2015” (2015-14’). A seguire La tavola italiana proporrà una degustazione di prodotti tipici a tema rinascimentale e regionale con cibo, vini, oli, dai sapori e colori unici italiani. Presentato in anteprima assoluta, il film “Convivium italiano. Viaggio in Italia 2015” è una testimonianza, attraverso cinque secoli di storia, dal Rinascimento a oggi, di come l’Italia, con l’arte, la cultura, il cibo, l’impresa, è capofila di un processo di qualificazione che riguarda l’intero pianeta, in ciascun settore.

«Questo ciclo di incontri – commenta Stefano Goracci, coordinatore scientifico e fondatore dell’associazione La tavola italiana – è una sfida che vede protagonista La tavola italiana in una veste artistica, è una scommessa intellettuale caratterizzata da un suggestivo viaggio tra arte, cultura, enogastronomia, tradizione e avvenire».

Per partecipare occorre un’iscrizione (60 euro per la serie, o 12 euro a lezione). La prenotazione è obbligatoria. L’associazione La tavola italiana punta sulla qualità per promuovere i cinque aspetti essenziali alla vita e al viaggio intellettuale di ciascuno. Cinque aspetti che iniziano con la lettera A: l’agricoltura, l’alimentazione, l’ambiente, l’arte, l’artigianato. Aspetti che riguardano l’industria e la cultura, la campagna e la città, il cibo e il design. L’associazione il Club di Milano ha come obiettivo la valorizzazione culturale e artistica di Milano e dell’Italia. Il Museo d’arte e scienza “G. Matthaes” è una realtà ormai consolidata a Milano e comprende opere di arte rinascimentale, una sezione dedicata a Leonardo, opere di arte buddista e di arte africana. Ospita e promuove corsi, conferenze e laboratori per il riconoscimento delle autenticità.

I sei appuntamenti

Giovedì 25 febbraio 2016, ore 18.30
L’astrazione nella pittura: Kazimir Malevich, Piet Mondrian, Vassilj Kandinsky. Da dove viene e dove porta la questione dell’astrazione nella pittura. Con il contributo di film e documentari, leggiamo le opere e l’itinerario degli esponenti più celebri dell’astrazione nei primi decenni del Novecento: Malevich, Mondrian e Kandinsky.

Giovedì 3 marzo 2016, ore 18.30
La bottega e il dispositivo della modernità. Dove s’instaurano i dispositivi del fare si compie il miracolo del rinascimento, nella bottega, nell’atelier, nella scuola, nell’ufficio, nell’azienda: ciascuno contribuisce alle opere d’ingegno, dissipando la credenza nell’origine, nella classe, nel sapere precostituito.

Giovedì 10 marzo 2016, ore 18.30
Storia, critica e lettura dell’arte. Lo statuto dei lettori, dei critici e degli storici dell’arte. Gli strumenti per la narrazione. Gli scritti intorno agli artisti. Le biografie. I film e i festival dell’arte. Come leggere l’opera dell’artista. Mezzi e strumenti nuovi.

Giovedì 17 marzo 2016, ore 18.30
I risultati del rinascimento: Il ritratto e il paesaggio. Ritratto e paesaggio sono frutti dei dispositivi del rinascimento – conversazione, narrazione e lettura. Il ritratto del viaggio, il ritratto dell’impresa. Il paesaggio narrativo.

Giovedì 24 marzo 2016, ore 18.30
L’art ambassador. Il secondo rinascimento e l’ambasciatore dell’arte nel terzo millennio. La valorizzazione e la valutazione. La comunicazione e la vendita. I mestieri nuovi dell’arte e della cultura.

Giovedì 31 marzo 2016, ore 18.30
Le arti del cielo e le arti del paradiso. L’arte della parola. La pittura, la scultura, l’architettura: arti del cielo. La danza, la musica, l’intelligenza, la strategia: arti del paradiso.

Testo citato dall’articolo di Claudio Zeni

Per informazioni: Tel 02 87392854 – www.latavolaitaliana.orginfo@latavolaitaliana.org