Associazione Amici del Museo d’Arte e Scienza

Stemma Associazione Amici del Museo d'Arte e SceinzaNel 2010 viene costituita l’Associazione Amici del Museo d’Arte e Scienza, presieduta e diretta da Patrizia Matthaes primogenita del fondatore, che ogni anno propone un ricco calendario di eventi culturali. Lo scopo della Associazione è di dedicare da un lato maggior impegno alla tutela dell’autenticità nell’arte con la promozione delle attività museali e didattiche del Museo, dall’altro di ampliare e promuovere la ricerca scientifica mettendola al servizio dell’arte stessa.
Inoltre, da quando è stata fondata, l’Associazione Amici del Museo d’Arte e Scienza sostiene progetti umanitari meritevoli con incontri e raccolte fondi.

Come sostenerci.

I nostri progetti

tin tamNel 2011 sostiene l’associazione Yacouba per la costruzione di due bacini d’acqua per il villaggio Tin Tam in Malì. Durante la stagione secca, che abitualmente dura da novembre a maggio, la popolazione di Tin Tam e dei villaggi vicini utilizza l’acqua raccolta in bacini superficiali. Si tratta di crateri in parte naturali e in parte costruiti dalla popolazione locale che non sopperiscono ai fabbisogni di tutta la stagione. Quando si esauriscono, donne e bambine sono costrette a procurarsi l’acqua per bere e cucinare da altre riserve o sorgenti distanti parecchi chilometri. In particolare L’Associazione Amici del MAS ha finanziato la costruzione  di sistemi di sollevamento dell’acqua con pompa alimentata da un impianto fotovoltaico che sono stati realizzati durante il mese di aprile 2012

www.yacouba.org/progettotintam.htm

 


 

Abazia St.ThomasNel 2012 le Amiche del MAS offrono oggetti e decorazioni confezionati a mano a scopo benefico e viene inaugurato il primo mercatino natalizio del Museo che per quest’anno sostiene il progetto educativo della scuola dell’Abazia Benedettina di St. Thomas, nel Kerala, India.

 

 

 


 

Nel 2013 si rinnova il mercatino natalizio quest’anno a sostegno di una realtà più vicina, la realizzazione dell’Archivio della Memoria Popolare del Quartiere Garibaldi per consentire di conoscere il quartiere e dare un senso al presente attraverso la storia del passato.

www.associazionethararothas.blogspot.it

quartiere Garibaldi-s   quartiere garibaldi oggi


 

Nel 2014 il mercatino natalizio è armai un appuntamento fisso e grazie all’aiuto di tutti gli Amici del Museo l’obiettivo prefissato è stato raggiunto, Sono stati acquistati un ecografo e uno spettrofotometro per l’ospedale pediatrico “L’Hopital des Enfants” dell’Associazione Onlus L’Abbraccio a Sokpontà, Benin. E grazie alla vostra generosità è stato possibile acquistare anche altre apparecchiature mediche indispensabili.

www.labbracciofubine.it

l'abbraccio1-s   l'abbraccio1 (2)-s   L'abbraccio


 

Nel 2015 a un anno dalla scomparsa del fondatore della scuola Mehsana-Gujarat St. Xavier School in India, Roberto Fassi, l’associazione del museo partecipa alla serata in suo ricordo offrendo un grande banchetto.

grazie-a-tutti-copy

 

Ancora nel 2015 si rinnova il consueto appuntamento col mercatino natalizio. E’ dal 25 aprile, data del terribile terremoto in Nepal, che il MAS cerca il modo di dare un aiuto consistente alle popolazioni colpite. Nasce così la collaborazione con l’associazione onlus ASIA, presente in Nepal dal 1996 e che ora è impegnata a fornire rifugi, kit igienico sanitari, scuole provvisorie e molto altro. #NAMASKAR4NEPAL

 

 

 


 

Nel 2017 l’Associazione Amici del MAS sostiene, assieme ai numerosi visitatori del Museo che hanno fatto una donazione durante il consueto mercatino natalizio, il progetto “INSIEME PRENDIAMOCI CURA” promosso dall’Assistenza Sanitaria San Fedele – Opera Padre Maino.

foto 1
foto 2 foto 3

 

 

 

 

 

 

 

Il progetto ha come destinatari le mamme e i loro bambini e ha il duplice scopo di offrire la possibilità di accedere alle cure mediche “di base” alle giovani mamme e ai loro bambini, e favorire l’autonomia delle stesse mamme nella capacità di cura dei figli.

Sono 120 donne – alcune italiane ma per lo più africane e nordafricane – che non sono in grado di gestire anche i più elementari problemi di salute. L’esperienza ci insegna che con opportuni accompagnamenti sanitari e relazionali mirati, queste giovani donne acquisiscono maggiore autonomia nella gestione delle problematiche di salute, non si rivolgono “eccessivamente” ai Pronto Soccorso, e crescono più consapevolmente i propri figli.

L’intervento prevede l’apporto di varie figure professionali (medici, farmacisti, educatori, psicologhe, ecc…). Si tratta di instaurare processi, più che di dare risposte puntuali ad emergenze sanitarie.

Sono previsti interventi sulle corrette pratiche alimentari ed igieniche, sui primi sintomi del bambino, ed anche sulla prima cura neonatale, per far sì che il bambino stesso possa guarire più facilmente e con meno farmaci assunti. Vogliamo istituire un’educazione permanente alla salute pediatrica, che potenzi anche le capacità educative dei genitori nelle diverse fasi evolutive dei figli. Inoltre viene fornito un kit di farmaci necessari per mettere in pratica le abilità acquisite. Le donazioni raccolte serviranno per gli alimenti, i farmaci e gli aerosol, nonché per le spese necessarie all’educazione sanitaria.


 

Elikya RedNel 2018 si solidifica ancora di più la collaborazione tra l’Associazione Amici del Museo e l’Associazione del Coro Elikya insieme poniamo le basi per il progetto “Una scuola in Congo“, la prima scuola di Musica della Repubblica Democratica del Congo che sorgerà a Kinshasa e avrà come obiettivo quello di dare un futuro ai tanti ragazzi di strada e non solo della regione.