Il coro Elikya. Esibizione nei costumi tradizionali africani

Giovedì 18 Aprile, alle ore 19.30, una rappresentanza del coro Elikya, nei costumi tradizionali africani, interpreterà una selezione di canti ancestrali di varie provenienze, alcuni ispirati ad oggetti della collezione del Museo. Il coro Elikya nasce dall’esperienza del COE, Centro Orientamento Educativo, un’organizzazione non governativa fondata da Don Francesco Pedretti, che accoglie persone provenienti da diversi Paesi del mondo per offrire loro un’opportunità di scambio e crescita personale attraverso attività di educazione interculturale.
Attualmente il coro è composto da 35 coristi accompagnati da violino, flauto, percussioni, xilofono, chitarra, tastiera e contrabbasso ed è diretto dal maestro Raymond Bahati, della Repubblica Democratica del Congo.

Prevalentemente composto da giovani provenienti dall’ Italia, Congo, Cameroun, Togo, Uganda, Costa d’Avorio, Ghana, Zambia, Guinea Bissau, Colombia, Ecuador, Russia, il coro è un laboratorio di ricerca e sperimentazione di creatività che attinge in primo luogo a diverse tradizioni musicali, in particolare delle culture dell’Asia, dell’Africa e dell’America Latina. L’intento è quello di dare vita a nuovi affreschi sonori generati dalle tonalità dell’intreccio e della pluralità di combinazioni ritmiche e melodiche. Il repertorio del coro attualmente si caratterizza per una prevalenza di canti religiosi arrangiati da musicisti africani e italiani sullo sfondo di una forte connotazione afro.

“Elikya” in lingua lingala significa “speranza”, per sottolineare che i giovani, nonostante i contrasti e le contraddizioni di questa società, hanno voglia di conoscersi e di impegnarsi per un futuro fatto di relazioni che privilegiano lo scambio tra le culture, perché è in questo scambio, in questo incontro che può scaturire il possibile. Dopo due anni di piena attività, l’8 luglio 2012  il coro si costituisce come associazione, che opera per l’esclusivo perseguimento di obiettivi di promozione umana, culturale, sociale e religiosa. Tra le numerose esibizioni sul territorio milanese ricordiamo, nel 2012, quella in occasione della visita del Papa per l’incontro mondiale delle famiglie a Bresso, le esibizioni nel Duomo di Milano e nella Basilica di Sant’Ambrogio, e al teatro Rosetum nel 2011.

Il coro Elikya vi invita ad ascoltare, a partecipare e anche a divertirsi perché il loro ritmo contagia le anime più quiete e vi sarà impossibile non accompagnarli con un battito di mani.