EUROPEAN INTERCULTURAL ACTIVITY – MILANO E ROMA TRA ARTE E CULTURA

Il MAS è lieto di ospitare la mostra

EUROPEAN INTERCULTURAL ACTIVITY – MILANO E ROMA TRA ARTE E CULTURA

a cura dell’Associazione Internazionale Galleria “Il Collezionista”

dal 12 al 23 GENNAIO 2018

VERNISSAGE venerdì 12 gennaio ore 18.00

La bellezza tout court nel doppio dialogo tra Roma e Milano

Dott.ssa Elena Gradini, critico d’arte

L’European Intercultural Activity rappresenta un momento di alto spessore culturale in cui sarà possibile assistere ad un doppio dialogo che lega due importanti città metropolitane – come Roma e Milano – in un molteplice scambio dai caratteri squisitamente contemporanei. A fare da cornice all’evento sono due prestigiose sedi, scelte per il loro profilo ad alta vocazioneImmagine1 storica, che ben si prestano alla cerimonia di premiazione del merito creativo dei numerosi artisti presenti, ognuno dei quali si contraddistingue per la personale ricerca artistica con cui approda al vasto campo dell’arte che sempre più riflette l’andamento della nostra frenetica società. Una manifestazione importante che coinvolge ad ampio respiro tutte quelle personalità italiane e straniere ritenute rappresentative di un linguaggio universale meritevole di essere quanto più possibile promosso e condiviso, poiché proprio nella dimensione visivo-percettiva si riesce a gustare al meglio il messaggio creativo. Attraverso il doppio evento si vuole così sottolineare non solo l’importanza del messaggio ma soprattutto la costante capacità di dialogo tra le tante realtà che costellano il panorama nazionale, così ampiamente ricco di eccellenze sotto i tanti punti di vista, in primis quello artistico. Un momento di confronto che unisce Roma e Milano simbolicamente ma soprattutto che porta in alto l’Arte, quella con la maiuscola, capace di diffondere la bellezza attraverso l’insieme emozionante di una miriade di sentimenti che trovano posto all’interno dell’opera e riescono a comunicare con il loro linguaggio universale, espresso tramite il colore, i soggetti rappresentati, i panorami, i medium tecnologici che tanto sono oggi protagonisti del rinnovato linguaggio visivo. Ognuno degli Artisti merita quindi in primis un “premio” morale, per aver contribuito grazie alla sua creatività ad aggiungere nel mare magnum della società un piccolo ma importante tassello di conoscenza, di bellezza che rivela agli occhi dello spettatore la forza di un messaggio chiaro e limpido: l’arte come misura degli affetti ed espressione di una cultura che oltrepassa qualsiasi differenza/diffidenza moderna per aprirsi inerme e spontanea alla bellezza universale di cui solo l’artista, con le sue sapienti mani laboriose, custodisce ancor oggi gelosamente il segreto.

The beauty tout court in the double dialogue between Rome and Milan

The European Intercultural Activity represents a moment of high cultural depth in which it will be possible to witness a double dialogue linking two important metropolitan cities – like Rome and Milan – in a multiple exchange of the characters exquisitely contemporary. To make the frame to the event  are  two prestigious centers, chosen for their profile with a high historical vocation, which  they very well are lend  to the award ceremony of the creative merit of the numerous artists present, everyone of which is distinguished by the personal artistic research with which it reaches the vast field of the art that more and more reflects  the trend of our frenetic society. An important event that involves to wide breath all those Italian and foreign personalities considered representative of an universal language of being promoted and shared as much as possible, since it is precisely in the visual-perceptive dimension that one can best enjoy the creative message. Through the double event we want to underline not only the importance of the message but above all the constant capacity for dialogue between the many realities that stud the national panorama, so rich in excellence under many points of view, firstly  the artistic one. A moment of confrontation that joints Rome and Milan symbolically but above all that brings up the Art, the one with a capital letter, are able to diffuse the beauty through of  the exciting whole of a myriad of feelings that find place inside of the work and  succeed to  communicate with their universal language, expressed through the color, the subjects represented, the panoramas, the technological mediums that are so much today the protagonists of the renewed visual language. Everyone of the Artists deserves therefore in firstly of all a moral “prize”, for having contributed thanks to its creativity to add in the sea magnum of the society a small but important piece of knowledge, of beauty, which reveals to the spectator the force of a clear and limpid message: The art as a measure of affections and expression of a culture that goes beyond any modern difference / diffidence  to open itself unarmed and spontaneous to the universal beauty of which only the artist, with its sages laborious hands, still today jealously guards the secret.

English version by Gallery “Il Collezionista”

 

Artisti che espongono

Clementina ALMEIDA DE MOURA

Giusy BRESCIANINI

Flavio CACCIATORI

Cecilia CORSO

Seth CHWAST

Anna DVORAK

Uwe FLORES

Cinzia GENNARO

Heidi Marie JOHANSEN

Ellen JUELL

Tine KRAGH

Sirkka LAAKKONEN

Chantal LACHAUVINIERE-RIANT

Lana LEUCHUK

Luigi Franco MALIZIA

Giovanna MARRONE

Johann MEIER

Josette MEYER

Irena ORLOV

Gyslaine PACHET MICHENAU

Rita PAOLA

Angelika PRAPA

Andrea RECCHIA RIZZARDI

Tatiana RIVERO SANZ

Tanja SKYTTE

Christel SOBKE

Ada SORRENTINO

Josefina TEMIN

Aydan UĞUR ÜNAL

Damaris ZEHENTMAYER